Indietro

Cane chiuso in gabbia con una catena al collo

L'Enpa ha trovato la povera bestiola in pessime condizioni, legato in una gabbia davanti a una ditta del Macrolotto. Denunciato il proprietario

PRATO — Chiuso una gabbia, tra i propri escrementi, scheletrico, senza cibo né acqua, legato con una catena al collo. Il cane di razza chow chow è stato trovato in queste condizioni dalle guardie zoologiche dell'Enpa, L'Ente nazionale per la protezione degli animali.

La povera bestiola era nella gabbia all'esterno di una ditta di confezioni gestita da cinesi al Macrolotto. Il cane è stato sequestrato e portato al canile.

L'Enpa è intervenuta su richiesta della polizia municipale dopo la segnalazione di un cittadino. L'associazione animalista è anni che si batte contro "il fenomeno dei cani di grossa taglia acquistati per difesa dai cittadini cinesi a Prato".

Le guardie zoofile dell'Oipa nel 2017 hanno verificato a Prato 40 casi simili.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it