Indietro

Art Bonus in Toscana, 4 milioni donati in tre anni

Pecci Prato

Tramite la legge regionale del 2017 già scontati 1 milione e 132mila euro di Irap ai mecenati che hanno sostenuto progetti di restauro o culturali

PRATO — Da quando la Toscana ha dato il via con legge regionale all’Art Bonus nel 2017, i mecenati che si sono fatti avanti per sostenere progetti culturali, dai restauri alla rigenerazione urbana, hanno donato 4 milioni e 257mila euro ricavando, come prevede la legge stessa, uno sconto sull’Irap, l’imposta regionale sulle attività produttive, di un milione e 132mila euro.

I numeri sono stati presentati al Museo Pecci di Prato, a suo tempo anch’esso oggetto di un progetto sostenuto tramite l’Art Bonus, dalla vicepresidente della Regione Toscana Monica Barni e dalla consigliera regionale Ilaria Bugetti. 

La Toscana è stata una delle prime regioni a legiferare sull’Art Bonus e ha visto crescere di anno in anno i suo mecenati: dai 6 del 2017 per 3 progetti finanziati con 80.500 euro di erogazioni liberali ai 30 del 2019 per 15 progetti sostenuti con 2 milioni e 64 mila euro di donazioni. Nel 2020 i mecenati che si sono fatti avanti sono già 8.

Se infatti il progetto che si sceglie di sostenere gode anche delle agevolazioni nazionali, lo sconto Irap del 40 per cento previsto per i mecenati dalla legge toscana sull’Art Bonus può salire fino all’85 per cento. Al momento sul portale internet artbonus.toscana sono presenti 48 progetti, 9 dei quali conclusi che, dunque, non possono ricevere ulteriori finanziamenti

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it